1. WhatsApp

Messaggi effimeri di WhatsApp: attivazione e uso

WhatsApp ha introdotto nel 2020 i messaggi che si auto-distruggono, una funzione che sta facendo discutere per svariate ragioni. Il 5 novembre, l’app – di proprietà di Facebook – ha integrato questa opzione, spiegandola con un video divertente che si conclude con la frase “Some messagges don’t need to be around forever”, ovvero “Alcuni messaggi non devono rimanere in giro per sempre”. Prima della parola “messaggio”, ne sono susseguite delle altre: audio, stickers, immagini, video, gif, file. Insomma, non solo i semplici messaggi di testo possono essere programmati per eliminarsi in automatico, ma anche tutto il resto, ovvero note vocali, documenti e contenuti multimediali.

I messaggi che si auto-distruggono su WhatsApp vengono definiti – dagli sviluppatori – “effimeri”: viene spiegato che l’intento è quello di rendere la messaggistica istantanea un po’ più simile alle conversazioni tenute nella vita reale, ovvero impossibili da conservare in eterno. È vero che poter rileggere i vecchi messaggi torna spesso utile (soprattutto per usarli come “prova” dopo un litigio) oppure per tuffarsi nei ricordi e rivivere i bei momenti del passato; ma è altrettanto vero che, grazie agli “expiring messages”, le chat avranno una privacy più ristretta. Probabilmente questa funzione ti è già familiare, perché WhatsApp è arrivata “in ritardo” rispetto al suo principale competitor, ovvero Telegram, in cui da parecchio tempo è possibile creare delle chat segrete che supportano l’auto-eliminazione dei messaggi ed applicano una crittografia più complessa. In questa guida, comunque, ti spiegherò tutto quello che c’è da sapere sulla funzione che consente di programmare la cancellazione automatica dei messaggi inviati tramite WhatsApp; potrai così mandare messaggi “a scadenza” nelle chat e nei gruppi, impostando un timer.

Indice

Requisiti iniziali per l’attivazione

come inviare messaggi WhatsApp che si autodistruggono beta

Non hai ancora disponibili i messaggi che si autodistruggono su WhatsApp? Stai sereno, perché potresti riuscire a sbloccarli subito. Innanzitutto, controlla che l’applicazione sia aggiornata tramite Google Play (Android) o App Store (iOS).

Dopo aver eseguito questo check up preliminare, se ancora non vedessi nulla, prova ad accedere al programma beta di WhatsApp, che, come ti ho accennato poco fa, mette a disposizione delle funzioni in fase di sviluppo per poterle provare in anticipo e ricevere dei feedback.

Prima di dirti come fare, però, devo sottolineare che quando si installano queste versioni sperimentali, bisogna saper convivere con dei lievi malfunzionamenti. La versione beta di WhatsApp, infatti, nasconde a volte dei piccoli bug. Attento, però: non si tratta di errori che rendono impossibile utilizzare l’applicazione, ma semplicemente di imperfezioni che non sempre vengono accettate di buon grado da tutti.

Nel caso in cui tu fossi pronto ad accettare questo compromesso, collegati alla guida su come aggiornare WhatsApp ad una versione beta. In quel tutorial, troverai tutti i dettagli che ti permetteranno di accedere al programma beta dell’applicazione senza troppe fatiche. Poi, torna in questa guida per capire come procedere.

Cosa sono e come funzionano

messaggi effimeri WhatsApp rappresentazione astratta

I messaggi effimeri sono dei contenuti testuali, multimediali, ovvero dei semplici file che si cancellano automaticamente dopo 7 giorni dall’invio attraverso WhatsApp. Il sistema di messaggistica attiva un timer che memorizza l’orario d’invio e vi aggiunge precisamente 168 ore; trascorso questo tempo, alla scadenza, quel contenuto verrà rimosso definitivamente e non sarà più possibile recuperarlo (o quasi, vedi sotto per capire).

Tutto ciò non ha niente a che vedere con la normale azione “Elimina”, disponibile all’interno di una chat: se cancelli un messaggio da WhatsApp usando l’opzione “Elimina per me”, solo tu smetterai di visualizzarlo, ma resterà disponibile per tutti gli altri partecipanti; potremmo invece definire i messaggi effimeri come un automatismo dell’opzione “Elimina per tutti” di WhatsApp.

I messaggi che si autodistruggono sono disponibili nelle chat singole e multiple, ma non nei broadcast. Nei gruppi, questa funzione è attivabile solo dai moderatori (ovvero dagli amministratori). L’opzione avrà effetto soltanto sui nuovi messaggi inviati (in seguito all’attivazione). In ogni caso, è possibile configurare questa opzione distintamente per ogni conversazione, e in qualunque momento. Disattivandola, chiaramente, il timer si annullerà all’istante.

Tempistiche a scadenza dei messaggi con autodistruzione

come inviare messaggi WhatsApp che si autodistruggono timer

Il timer a scadenza dei messaggi che si autodistruggono su WhatsApp non è disponibile al momento in cui scrivo. Come puoi notare dall’immagine di screenshot, catturata da WABetaInfo tempo fa, venivano mostrate una serie di tempistiche.

Era previsto configurare i messaggi a scomparsa nei seguenti modi:

  • Disattivato
  • 5 secondi
  • 1 ora
  • 1 giorno
  • 7 giorni
  • 30 giorni

Ad oggi, però, è possibile soltanto attivare o disattivare i messaggi effimeri di WhatsApp. Il preset è forzatamente impostato su una settimana e non è modificabile. Il conteggio partirà dall’invio di ogni singolo messaggio. Vale a dire che un messaggio inviato alle ore 08:00 di lunedì si autodistruggerà il lunedì successivo alle ore 08:00, mentre un contenuto condiviso alle ore 08:30 di martedì verrà rimosso il martedì successivo al medesimo orario.

Limitazioni

come inviare messaggi WhatsApp che si autodistruggono esempio Unseen

Quelle che ti ho elencato fino a questo momento, non sono le uniche limitazioni dei messaggi WhatsApp che si autodistruggono. Ti volevo avvisare, infatti, che cancellare automaticamente i messaggi potrebbe non bastare a farli sparire veramente dalla chat.

Mi spiego meglio: in alcune guide precedenti, ti ho mostrato quanto sia facile – per lo meno con i “mezzi giusti” – risultare invisibili su WhatsApp. Usando applicazioni come Unseen, per esempio, tutta la trascrizione delle conversazioni potrebbe essere clonata in un file di log separato, e dunque, non servirebbe a nulla temporizzare i messaggi. Per tua fortuna, gli utenti che utilizzano questi metodi sono ancora pochi. Ma non sottovalutare queste applicazioni.

Inoltre, tieni presente che WhatsApp tende a salvare localmente i file multimediali. Dunque, potresti non riuscire ad eliminare definitivamente immagini, foto, video, file, note vocali o documenti dai telefoni dei destinatari. Queste persone potrebbero peraltro aver salvato altrove tali contenuti, così come potrebbero aver effettuato uno screenshot degli stessi. Insomma, per una privacy maggiore, scegli altre chat criptate; impara a usare Telegram oppure a chattare su Signal per queste esigenze.

Cosa succede ai file quando si autodistruggono

Come ti ho già detto, per messaggi effimeri non si intendono solo quelli testuali, ma si può fare riferimento anche ai file (multimediali e non), quali note vocali, foto, video e documenti. Le impostazioni predefinite di questa app prevedono che i file vengano scaricati e salvati in automatico sul tuo smartphone. Se quindi avessi lasciato queste impostazioni attive, i media verrebbero automaticamente salvati nella memoria del tuo smartphone (Android o iOS).

Vale a dire che i messaggi inviati con scadenza non sparirebbero del tutto, e dunque rimarrebbero ad occupare spazio – inutilmente – nel tuo smartphone (e, di conseguenza, lo spazio nella rete cloud di Google Drive o di iCloud). Per evitare tutto ciò, vai nelle impostazioni di WhatsApp, seleziona la voce “Utilizzo dati e archivio”, quindi disattiva il download automatico dei media. Per ulteriori informazioni, leggi come eliminare le foto e i video da WhatsApp.

Attivazione e disattivazione nelle chat singole

come inviare messaggi WhatsApp che si autodistruggono procedura

Dopo un po’ di teoria, è finalmente il momento di passare alla pratica. Nei prossimi paragrafi, infatti, ti mostrerò come mandare messaggi a tempo su WhatsApp in base al dispositivo in tuo possesso, ovvero come spedire messaggi che si autodistruggono in una chat singola.

Le operazioni da compiere sono sicuramente alla tua portata. Tutto ciò che dovrai fare sarà leggere ed applicare con attenzione i passaggi che ho descritto qui sotto.

Android

messaggi effimeri WhatsApp Android

Nel caso in cui tu stia usando un dispositivo Android, i passaggi da seguire per attivare i messaggi effimeri sono i seguenti:

  1. Apri WhatsApp;
  2. Scegli la conversazione che ti interessa;
  3. Tocca il nome del contatto;
  4. Fai tap sulla voce “Messaggi effimeri” (icona del cronometro);
  5. Seleziona l’opzione “Attivati”.

Per disabilitare questa funzione, ecco cosa devi fare:

  1. Apri WhatsApp;
  2. Scegli la chat che ti interessa;
  3. Tocca il nome del contatto;
  4. Fai tap sulla voce “Messaggi effimeri” (icona del cronometro);
  5. Seleziona “Disattivati”.

Ripeti questa operazione per ogni chat.

iPhone

messaggi effimeri WhatsApp iPhone

Se stai usando un iPhone, ecco quali passaggi devi seguire per abilitare la funzione che auto-distrugge i messaggi dopo sette giorni dall’invio o dalla ricezione:

  1. Apri WhatsApp ed entra in una chat;
  2. Tocca il nome del contatto (in alto);
  3. Fai tap sulla voce “Messaggi effimeri”;
  4. Seleziona “Attivati”.

Di seguito il procedimento inverso, per disattivare l’auto-eliminazione dei messaggi:

  1. Apri WhatsApp ed entra in una chat;
  2. Tocca il nome del contatto (in alto);
  3. Fai tap sulla voce “Messaggi effimeri”;
  4. Seleziona “Disattivati”.

Ripeti questi passaggi per ogni chat.

WhatsApp Web/Desktop

messaggi effimeri WhatsApp Desktop o Web

Ebbene sì, i messaggi effimeri possono essere attivati/disattivati anche se stai chattando da WhatsApp Web o da WhatsApp Desktop. Come si fa? Nello stesso identico modo in cui faresti da smartphone.

Per attivare la funzione:

  1. Collegati a WhatsApp Web/Desktop da Windows, macOS o Linux;
  2. Clicca sulla conversazione di tuo interesse;
  3. Fai clic sul nome del contatto;
  4. Clicca l’opzione “Messaggi effimeri”;
  5. Imposta la scelta su “Attivati”.

Per disattivare l’eliminazione automatica dei messaggi:

  1. Connettiti a WhatsApp Web/Desktop da PC Windows, macOS o Linux;
  2. Clicca sulla conversazione di tuo interesse;
  3. Fai clic sul nome del contatto;
  4. Clicca l’opzione “Messaggi effimeri”;
  5. Imposta la scelta su “Disattivati”.

Ripeti i passaggi per ogni conversazione.

Attivazione e disattivazione nelle chat di gruppo

messaggi effimeri gruppi WhatsApp

Come accennato, anche nei gruppi di WhatsApp si può scegliere di eliminare in automatico i messaggi inviati. Prima di vedere nel dettaglio come fare, ti ricordo una cosa importante: solo ed esclusivamente gli amministratori o i moderatori del gruppo possono compiere questa scelta. L’azione avrà effetto su tutti i nuovi messaggi inviati dai partecipanti della chat.

Se sei amministratore di un gruppo, di seguito tutti i passaggi da fare per attivare i messaggi effimeri di WhatsApp, validi sia da iPhone che da Android, nonché da WhatsApp Web o Desktop:

  1. Collegati a WhatsApp da browser o app;
  2. Scegli e seleziona il gruppo di tuo interesse nella lista delle chat attive o archiviate;
  3. Tocca/clicca il nome del gruppo (in alto);
  4. Seleziona la voce “Messaggi effimeri”;
  5. Seleziona “Attivati”.

Per disattivarli, invece:

  1. Collegati a WhatsApp da browser o app;
  2. Scegli e seleziona il gruppo di tuo interesse nella lista delle chat attive o archiviate;
  3. Tocca/clicca il nome del gruppo (in alto);
  4. Seleziona la voce “Messaggi effimeri”;
  5. Seleziona “Disattivati”.

Ripeti eventualmente questa operazione per ogni altra chat con più di due partecipanti attivi.

Controllo della lettura del messaggio a tempo

come inviare messaggi WhatsApp che si autodistruggono spunte

Ora che hai inviato il tuo primo messaggio temporizzato su WhatsApp, sono sicuro che vorrai sapere come si fa a vedere quando un’utente lo legge. In realtà, il meccanismo rimane identico a quello dei messaggi normali, ovvero verranno visualizzate le classiche doppie spunte blu quando tutti gli utenti avranno letto il messaggio.

Se invece vuoi sapere quali utenti hanno letto il messaggio a tempo, la procedura da seguire è davvero molto semplice. Su Android, dovrai selezionare il messaggio inviato e poi premere in alto sulla i di informazioni. Su iPhone, più semplicemente, ti basterà effettuare uno swipe verso sinistra sul messaggio che vuoi visualizzare. Ti verranno così evidenziati i dettagli di lettura e consegna per ogni partecipante.

In ogni caso, se utilizzi WhatsApp da poco e non sei ancora molto pratico di questa applicazione, ti consiglio di leggere la mia guida sul significato delle spunte WhatsApp.

Verifica della cancellazione automatica del messaggio

come inviare messaggi WhatsApp che si autodistruggono esempio messaggio eliminato

Vuoi verificare che il messaggio a tempo WhatsApp sia stato effettivamente cancellato? Bene, perché in questo caso potresti trovarti di fronte a due scenari:

  • Se un utente ha visualizzato il messaggio prima della sua eliminazione, una volta che scorrerà la conversazione troverà il badge “Questo messaggio è stato eliminato”, esattamente come avviene per la rimozione dei messaggi WhatsApp inviati;
  • Se l’utente non ha visualizzato in tempo il messaggio, non si accorgerà nemmeno che è stato inviato e questo sparirà anche dalle notifiche del suo smartphone.

In merito all’ultima casistica, però, tieni presente che ciò non significa che uno degli altri membri del gruppo non possa riferirgli cosa avevi scritto nel messaggio eliminato. Peraltro, gli altri partecipanti potrebbero anche catturare uno screenshot della conversazione prima che il messaggio scompaia. E non dimenticarti che chi non ha fatto in tempo a leggere il messaggio potrebbe avere un’app come Unseen installata nel suo telefono, che gli permetterebbe dunque di visualizzare il testo dei messaggi scomparsi. Presta quindi sempre la massima attenzione a ciò che scrivi nelle chat dell’applicazione.

Alternative ai messaggi WhatsApp che si autodistruggono

come inviare messaggi WhatsApp che si autodistruggono alternative

Paragonando i messaggi che si autodistruggono di WhatsApp a quelli di Telegram, almeno per il momento, non c’è confronto. Sotto questo punto di vista, l’applicazione di messaggistica russa è ad oggi la più avanzata in circolazione.

Se stai cercando una valida alternativa a WhatsApp per massimizzare la tua privacy, quindi, sappi che Telegram potrebbe davvero piacerti. Oltre ai messaggi temporizzati, questa app offre altre funzionalità di sicurezza avanzate, come ad esempio la modifica dei messaggi inviati e una crittografia più forte nelle chat a tempo.

Invece, nel caso in cui volessi sapere quali sono tutti gli altri sistemi di messaggistica segreti, ti suggerisco di leggere la guida alle migliori app per chat segrete che ho già scritto. In essa, troverai tantissime alternative davvero interessanti.

Per ultimo, voglio ricordarti che è possibile anche inviare i messaggi su WhatsApp in modo criptato, ovvero protetti da una password e indecifrabili senza di essa. Leggi la guida per mettere la password ai messaggi WhatsApp in modo da approfondire la faccenda. Avvalendoti di questa opzione, riusciresti a mandare dei messaggi apparentemente illeggibili, che solo la controparte potrebbe decifrare.

Altre cose da sapere

Se hai ancora qualche dubbio in merito ai messaggi effimeri di WhatsApp, ecco alcune delucidazioni:

  • Cosa succede se un contatto non apre WhatsApp per sette giorni? Il messaggio si eliminerà come da prassi, quindi il contatto non lo leggerà. Attenzione, però: questa persona potrebbe comunque vedere l’anteprima di notifica e riuscire a sbirciare una parte o tutto il messaggio. Inoltre, il telefono del destinatario potrebbe aver salvato automaticamente il file media in locale;
  • Cosa succede se cito un messaggio che poi si auto-eliminerà? Se rispondi citando un messaggio con scadenza, il testo citato rimane visibile nella chat anche dopo che sono trascorsi sette giorni. Vedi come quotare i messaggi su WhatsApp per maggiori informazioni;
  • Cosa succede se inoltro un messaggi temporaneo? Se giri un messaggio effimero in un’altra chat o in un altro gruppo su WhatsApp, questo resterà visibile e ricercabile in codesta cronologia chat, mentre scomparirà da quella di origine.

Rischi correlati

È vero che i messaggi temporanei danno una “sensazione di sicurezza”, ma ribadisco che è meglio fare attenzione a inviare contenuti espliciti/sensibili/personali in questa maniera.

Chi riceve un tuo messaggio – seppur effimero – potrebbe infatti inoltrarlo, catturarlo con uno screenshot oppure fotografarlo con un altro dispositivo. Così, anche dopo la distruzione del contenuto nella chat, questo rimarrebbe comunque “nelle mani” dell’altro – o degli altri – interlocutore/i.

Pubblicità