Come capire se ti ha bloccato su WhatsApp

Dopo un pò di tempo che un tuo contatto non ti risponde, ti chiederai se ti ha bloccato su WhatsApp. Guardando la chat con il tuo iPhone o smartphone Android, è molto semplice scoprire se qualcuno ti ha inserito nella sua lista nera.

Ti spiego tutto in questa guida e ti consiglio di approfondire con il tutorial come sbloccarsi se qualcuno ti ha bloccato su WhatsApp.

Come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp

Ci sono delle informazioni che, con il blocco abilitato, vengono rimosse. Tuttavia, non è sempre questo il motivo. Esistono casi in cui gli stessi dettagli non appaiono, pur non essendo stati bloccati dalla controparte.

Verifica connessione internet

La prima cosa che ti consiglio di fare quando ti chiedi come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp, è controllare la tua connessione internet. Dal momento che WhatsApp funziona sfruttando la rete 3G/4G o il WiFi, sarebbe meglio verificare.

Dopo aver eseguito questo controllo, se è già un pò che non ricevi messaggi, verifica che tu non abbia disconnesso WhatsApp. Su Android, assicurati che la rete wireless o la connessione dati siano abilitate. Inoltre, accertati che non ci siano firewall installati che stanno bloccato internet a WhatsApp e che l’app non sia stata chiusa.

Su iOS, invece, segui il percorso Impostazioni di sistema > WhatsApp e verifica che sia su On il toggle Dati cellulare. Inoltre, controlla che sia attivo il 3G/4G o il WiFi. Per ulteriori informazioni in merito a ciò, leggi come disconnettere WhatsApp su Android oppure come disconnettere WhatsApp su iPhone.

Effettuati gli accertamenti, potresti ancora dover capire se ti hanno bloccato su WhatsApp. Ebbene, arrivato a questo punto, dovresti essere sicuro che il problema non riguarda te. Allora, devi investigare sulle cause che potrebbero nascondere determinate informazioni in chat.

Di seguito, ho inserito tutte le informazioni che non vedi quando una persona aggiunge il tuo numero alla lista nera. In aggiunta, ho descritto le azioni che non puoi compiere quando vieni bloccato. Controllale tutte per scoprire se davvero il tuo amico ha deciso di attivare il blocco nei tuoi confronti.

Ma non prendere decisioni affrettate, perché, come ti dicevo, potrebbero esserci situazioni analoghe in cui succede questo (vedi sotto quali).

Controlla l’Ultimo accesso

Quando ti domandi come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp, guarda l’ultimo accesso. Nei giorni precedenti, potresti esserti domandato perché non si vede ultimo accesso WhatsApp. In effetti, potrebbe essere il blocco uno dei motivi per i quali risulta occultato.

Tuttavia, non è sempre così. È probabile che il contatto o tu stesso avete deciso di cambiare numero di telefono. Oltre a ciò, uno di voi due potrebbe aver impostato la privacy dell’orario di ultimo accesso su I miei contatti. Se così fosse, non riuscirai a vedere tale informazione finché tu o la controparte non registrate il nuovo numero in rubrica.

Quindi, l’ora di ultima visita rimane un’incognita. Meglio andare avanti.

Controlla lo Stato online

come vedere se ti hanno bloccato su WhatsApp stato online

Un altro dettaglio che sparisce e spinge l’utente a chiedersi come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp, è lo stato online. Pur nascondendo l’orario di ultimo accesso, quando un contatto entra su WhatsApp, la scritta online dovrebbe apparire sotto al suo nome. È improbabile che tu non riesca mai a vedere online una persona.

Ufficialmente, almeno per ora, non c’è modo di occultare lo stato online. Però, c’è dire che è possibile farlo tramite alcuni trucchi. Quindi, anche in questo caso, non si ha nulla di certo. Se desideri approfondire, puoi leggere come nascondere stato online WhatsApp.

Controlla le spunte di lettura

Le spunte, devi scrutarle attentamente quando ti domandi come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp. Come già saprai, ci sono tre tipi di spunta: una spunta grigia, doppia spunta grigia e doppia spunta blu.

Devi sapere che quando qualcuno ti blocca, non visualizzi più le ultime due che ti ho elencato. Vedrai sempre e solo una spunta grigia, ovvero quella che corrisponde al messaggio inviato.

Ricordati, però, che il contatto cui stai inviando il messaggio potrebbe avere il telefono spento. Oppure, potrebbe non avere il WiFi o la connessione 3G/4G disponibili. Pertanto, aspetta qualche giorno prima di trarre una conclusione.

Controlla l’immagine del profilo

L’ultima, importante informazione che devi controllare quando ti chiedi come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp, è l’immagine del profilo. Ebbene sì, una volta che vieni bloccato da qualcuno, non riuscirai più a visualizzare la sua immagine profilo, oppure i suoi aggiornamenti.

Su Android, dovresti vedere sempre la foto dell’utente misterioso. Su iOS, invece, dovresti visualizzarla solo nella lista chat. Potrebbe continuare ad apparire un’immagine non aggiornata nella conversazione.

Tuttavia, anche in questo caso, c’è da dire che il contatto o tu stesso potreste aver cambiato numero. Oltre a ciò, uno dei due potrebbe aver impostato la privacy dell’immagine profilo su I miei contatti.

D’altro canto, il contatto potrebbe anche non aver impostato l’immagine del profilo. Perciò, “è tutto da vedere”.

Controlla le chiamate e videochiamate

Ci sono poi due azioni che dovresti compiere nel momento in cui ti domandi come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp. Sto parlando della chiamata e della videochiamata.

Forse non lo sapevi, ma se fai una chiamata o una videochiamata con WhatsApp quando è attivo il blocco, non viene recapitata. Per altro, potresti ricevere un’avvertenza che ti dice che “Il contatto non può ricevere telefonate in questo momento”. Quindi, anche questo potrebbe essere un “campanello d’allarme”.

Aggiungi il contatto a un gruppo

Questo è un metodo piuttosto affidabile. Prova a creare un nuovo gruppo e aggiungi il contatto che sospetti ti abbia bloccato. Se ricevi un messaggio che dice che non hai l’autorizzazione per aggiungere quel contatto al gruppo, è molto probabile che tu sia stato bloccato.

Controlla da un altro numero

Puoi provare a vedere il profilo del contatto da un altro numero di WhatsApp. Se riesci a vederne i dettagli (come foto del profilo, ultimo accesso, ecc.) da un altro numero ma non dal

Chi mi blocca su Whatsapp cosa vede di me?

Se vieni bloccato da qualcuno su WhatsApp, ci sono alcune cose che quella persona non sarà più in grado di vedere o fare riguardo al tuo profilo. Ecco cosa succede:

  1. L’ultimo accesso: La persona che ti ha bloccato non può vedere l’orario del tuo ultimo accesso o se sei online. Tuttavia, se hai scelto di nascondere questa informazione nelle impostazioni della privacy di WhatsApp, già prima del blocco questa persona non avrebbe potuto vederla.
  2. Foto del profilo: La tua foto del profilo non sarà visibile a chi ti ha bloccato. Vedranno solamente l’immagine del profilo predefinita di WhatsApp.
  3. Stato e info: Le informazioni sullo stato e la frase nella sezione “Info” non saranno visibili.
  4. Messaggi: Anche se invii un messaggio a una persona che ti ha bloccato, essa non riceverà tale messaggio. Vedrai solo una spunta (che indica che il messaggio è stato inviato dal tuo telefono) ma non vedrai mai la seconda spunta che indica la consegna del messaggio al destinatario.
  5. Chiamate: Non sarai in grado di effettuare chiamate WhatsApp alla persona che ti ha bloccato.
  6. Aggiornamenti dello stato: La persona che ti ha bloccato non potrà vedere i tuoi aggiornamenti di stato.

È importante notare che la presenza di uno o più di questi segni non garantisce che tu sia stato bloccato. Ad esempio, un utente potrebbe semplicemente aver rimosso la sua foto del profilo o potrebbe avere problemi con la connessione Internet, impedendo la consegna del messaggio.

Pertanto, è difficile essere certi al 100% di essere stati bloccati senza altri segnali chiari o una conferma diretta dalla persona in questione.

Autore
Lorenzo Renzetti
Sono un blogger e divulgatore informatico appassionato dell'informatica e dei servizi di social networking. Creo contenuti volti a migliorare l'esperienza utente su multi-piattaforma, tutelando privacy e sicurezza.

Creato con il in Italia - Privacy Policy - Cookie Policy - Preferenze privacy