1. WhatsApp

Orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato

Guardando la chat con il tuo iPhone o smartphone Android, può capitarti di vedere un orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato. La domanda sorge spontanea: perché è errato? Dunque, potrebbero essere diversi i motivi per i quali l’ora di ultima visita risulta non corretta o scomparsa. Probabilmente, però, non è colpa tua. Dal momento che WhatsApp ti fa vedere la chat, non ci dovrebbe essere un problema di sincronizzazione con il tuo telefono. In caso contrario, durante l’apertura dell’applicazione, avresti visto un’avvertenza. Giusto, simile a quella della data sbagliata.

Dopo averti “smontato la teoria”, non sai più cosa pensare. Ebbene, come ti dicevo, ci sono diversi modi che permettono di mostrare agli altri un tempo WhatsApp non corretto. Di solito, sono le procedure utilizzate da coloro che amano la privacy. Tuttavia, possono essere usate anche da quelle persone che vogliono nascondersi per spiare conversazioni WhatsApp. Per farti capire come fanno, ho scritto questa guida. Leggendola, verrai a conoscenza di un po’ di cose. Dunque, non resta che cominciare.

Orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato

orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato

Adesso, ti starai chiedendo perché far vedere un orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato anziché non mostrarlo proprio. In realtà la risposta è abbastanza scontata. Se un contatto toglie l’ultima visita, le sue cerchie potrebbero chiedersi come mai lo ha fatto. I familiari, gli amici più stretti o i conoscenti, potrebbero pensare che nasconda qualcosa. Allora, si cerca un modo per ingannare il contatore degli accessi.

Di seguito, trovi le cause più comuni per le quali potrebbe accadere questa cosa.

Indice

Applicazioni per leggere WhatsApp in incognito

orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato Unseen

La causa più comune per cui si vede un orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato sono le applicazioni per leggere i messaggi in incognito. Forse non lo sapevi, ma esistono app e tweak di terze parti che consentono di guardare le chat senza essere visti. Essi, appunto, permettono di nascondere lo stato online, l’ultimo accesso e la doppia spunta blu quando si visualizza una conversazione o un gruppo.

Chi usa un dispositivo iOS, ovvero un iPhone, deve avere il jailbreak e Cydia installato. Con un melafonino jailbroken, si può installare il tweak gratuito Watusi. Esso permette di congelare l’ultimo accesso e togliere la spunta di lettura (in determinate condizioni).

Chi utilizza uno smartphone Android, invece, può anche non avere il root. Basta installare l’applicazione gratuita Unseen. In questa modo, quando arriva un messaggio, è sufficiente aprire Unseen anziché WhatsApp per non far attivare alcun controllo. Per ulteriori informazioni, guarda come nascondere orario ultimo accesso WhatsApp.

Ricapitolando, in questa maniera è possibile leggere i messaggi senza attivare l’ora di ultima visita, la scritta online e la spunta di lettura.

Disconnettere WhatsApp

orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato disattivare WiFi e dati

C’è da dire poi che molte persone mostrano un orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato anche perché decidono di disconnettere WhatsApp. Lo scopo è il medesimo, ovvero leggere i messaggi senza entrare.

La procedura, consiste nel disattivare la connessione dati 3G/4G o il WiFi dopo aver scaricato il messaggio. Fatto questo, si può entrare in chat, consultare la conversazione, uscire e chiudere WhatsApp. In questo modo, l’ora di ultimo accesso rimarrà invariata. Per altro, lo stato online non si vedrà.

Se desideri approfondire sulla procedura, leggi come disconnettere WhatsApp su Android oppure come disconnettere WhatsApp su iPhone (a seconda del dispositivo che usi).

Differenza

La differenza tra i due metodi, come avrai capito, sta nell’accensione della doppia spunta blu. Con entrambi i metodi riusciresti a mostrare un orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato. Tuttavia, se utilizzi un’applicazione o un tweak per leggere i messaggi in incognito, finché non rispondi, nessuno saprà niente. Invece, se disattivi internet e leggi, l’app prenderà in memoria la lettura del messaggio. Infatti, appena internet torna attivo, le due v si illumineranno. Mentre l’ultimo accesso, rimarrà invariato.

Ne deriva che sei riuscito a mostrare un orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato, ma hai anche fatto accendere la doppia spunta blu. Allora, la controparte, potrebbe insospettirsi di questa cosa. Fatto sta che si chiede: perché vedo la doppia spunta blu su un messaggio inviato dopo l’orario di ultimo accesso che appare sotto al nome contatto? Perché quel tempo risulta precedente se la persona ha letto il messaggio? Ecco spiegato il motivo.

Risposta dalle notifiche

Un altro metodo comunemente usato per mostrare un orario ultimo accesso WhatsApp sbagliato, prevede la risposta dalle notifiche. Sia su iOS che su Android, da un pò di tempo, le notifiche sono interattive. Oltre a mostrare il testo del messaggio, o anche l’anteprima di una foto o di un video, si può rispondere senza entrare in chat. Questa azione, in gran parte dei casi, fa sì che la spunta blu non si accenda pur avendo risposto. Inoltre, l’ultima visita risulterà non sincronizzata con l’orario di ricezione del messaggio di risposta. È una cosa apparentemente “normale” ma che manda in confusione molte persone.

Pertanto, non è detto che la persona in questione ti nasconda qualcosa. Per far prima, potrebbe averti risposto dalle notifiche. Il discorso cambia se il più delle volte la situazione è questa.

Se il tuo orario WhatsApp appare sbagliato agli altri

Se invece i tuoi amici visualizzano il tuo ultimo accesso WhatsApp sbagliato, il discorso è ben diverso. Potrebbe essere che qualcuno ti stia spiando. Non spaventarti: puoi risolvere tutto nel giro di pochi minuti.

Per capire se sei stato hackerato su WhatsApp, controlla la lista accessi di WhatsApp Web. Sia su iPhone che su Android, la trovi toccando Impostazioni e scegliendo WhatsApp Web/WhatsApp Desktop. Probabilmente non vedrai la fotocamera, ma un elenco di connessioni attive. Se così fosse, controlla con attenzione tutti gli accessi. I dati a disposizione sono tanti, tipo: posizione geografica, ultimo accesso da PC, browser utilizzato e sistema operativo utilizzato. Nel caso avessi dubbi, non esitare a disconnettere da remoto la sessione in corso. Tanto, potrai riconnetterti tranquillamente in seguito anche se fossi stato tu ad accedere.

Dopo aver effettuato questo controllo, aggiorna l’applicazione per eliminare il dubbio di un bug. Dopodiché, ricontrolla l’orario di ultima visita e vedi cosa ne esce fuori. Stavolta, probabilmente, sarà giusto.

Pubblicità