1. TikTok

Data di nascita TikTok: analisi e modifiche

Aprendo TikTok, ti sei ritrovato davanti una schermata in cui ti è stato chiesto di inserire la tua data di nascita. Solo dopo averlo fatto, hai potuto accedere regolarmente all’applicazione e curiosare tra i suoi video come sempre.

Sul momento non hai dato molto peso alla questione, ma dopo un po’, hai cominciato a farti delle domande. Che cosa significa questa novità? Qual è il suo scopo? Scopriamolo insieme.

Indice

Perché TikTok chiede di aggiungere la data

telefono con icona di TikTok primo accesso data di nascita

Inserire la propria data di nascita su TikTok è diventato obbligatorio, perlomeno in Italia, a partire dal 9 febbraio 2021, in séguito a una decisione del garante della privacy, che ha stabilito che solo ed esclusivamente gli utenti di almeno 13 anni potranno usare l’app.

Immagino che questa misura così severa ti sorprenda, o magari ti sembri un po’ eccessiva, ma c’è un motivo molto valido se è stata adottata. Infatti, una bambina di appena 10 anni, a Palermo, ha recentemente perso la vita per aver preso parte a una delle tante sfide che dilagano su TikTok, la “Black out challenge”. Questo gravissimo episodio ha portato le autorità a interrogarsi ed a stabilire delle iniziative, ovviamente in collaborazione con TikTok stesso, per evitare che persone troppo giovani – e quindi potenzialmente più a rischio – usino questo social.

A differenza di altri social, come Instagram e Facebook, su cui sono registrati soprattutto utenti adulti, TikTok è il regno della cosiddetta “generazione alpha”, composta da persone nate tra il 1994 e il 2014.

Come aggiungere la data di nascita su TikTok

modifica data di nascita TikTok

Per segnalare la tua età su TikTok, non devi fare molto. Infatti, la finestra apposita ti comparirà automaticamente al tuo primo accesso successivo al 9 febbraio ’21. Se da quel giorno non hai ancora aperto l’app, ti consiglio di provare a farlo subito: vedrai una schermata in cui potrai inserire il giorno, il mese e l’anno della tua nascita, e poi dare il tuo ok (scegliendo “Avanti”) per proseguire.

Se hai almeno 13 anni, nessun problema, perché potrai continuare a divertirti su TikTok proprio come fatto fino a questo momento.

Come cambiare la data di nascita su TikTok

Una volta inserita la data di nascita, non potrai più cambiarla. Si tratta di un espediente pensato per evitare che qualcuno, dopo essersi accorto di non poter più usare TikTok per via della sua età, cerchi di “ingannare” il social.

Tuttavia, potrebbe succederti di inserire per errore la data di nascita sbagliata. Non preoccuparti, perché non sei costretto a creare da zero un nuovo account, dicendo così addio ai tuoi follower, i tuoi video e i mi piace che hai accumulato nel tempo. Con un po’ di pazienza (e di fortuna) è una situazione risolvibile. Ecco come:

  1. Apri TikTok;
  2. Vai sul tuo profilo;
  3. Fai tap sui tre pallini (in alto, a destra);
  4. Scorri fino a trovare la voce “Segnala un problema”.

A questo punto potrai metterti in contatto con l’assistenza dell’app, spiegando la situazione. Probabilmente, ti verrà chiesto di inviare una copia del tuo documento di identità per dimostrare che hai almeno 13 anni.

Chi può vedere la data di nascita su TikTok

Se sei preoccupato per la tua privacy, non hai niente da temere. Infatti, al di là delle impostazioni di privacy del tuo profilo, pubblico o privato che sia, nessuno può vedere la tua data di nascita su TikTok. Si tratta di un dato che serve al social network per questioni di sicurezza, ma che non viene condiviso con gli altri utenti.

Come vedere la data che hai messo su TikTok

Non ti è concesso ritrovare la data che hai impostato su TikTok. Nemmeno nelle impostazioni del profilo o nella “Gestione account” riuscirai a individuare tale informazione.

Se tuttavia riesci a usare il social, significa che l’età impostata è superiore ai 13 anni. In caso contrario, come detto, ti suggerisco di contattare TikTok.

Altre iniziative di TikTok

Sempre con l’obiettivo di garantire una maggiore tutela ai suoi utenti, le autorità italiane stanno valutando altre possibili soluzioni insieme ad Alexandra Evans, che (al momento in cui scrivo), da un anno, è la responsabile europea della “Child Safety Public Policy” di TikTok.

Il primo problema che sicuramente si presenterà è rappresentato dai minori di 13 anni, che inseriranno una data di nascita fittizia per sfuggire al divieto. A questo proposito, si sta prendendo in considerazione l’uso di sistemi di intelligenza artificiale, che verificheranno le effettive età delle persone registrate. Ovviamente, si tratta di un argomento molto delicato, in quanto alla necessità di effettuare i controlli si contrappone il diritto alla protezione dei dati degli user. Per questo, al momento non si sa molto, se non che Italia e Irlanda (il Paese dove ha la piattaforma ha la propria sede legale) hanno avviato una discussione sul tema.

Sempre con lo stesso obiettivo, è probabile che venga inserito un pulsante, attraverso il quale gli utenti possano segnalare, in modo semplice e totalmente anonimo, altri utenti di età apparentemente inferiore ai 13 anni.

Infine, dovrebbe partire a breve sulle TV nazionali una campagna in collaborazione con Telefono Azzurro: un modo per sensibilizzare i genitori affinché abbiano un ruolo attivo nelle vite “social” dei figli, vigilando il loro utilizzo di questi strumenti e prestando particolare attenzione al momento in cui verrà richiesto loro di inserire l’età su TikTok.

Per quanto riguarda gli altri social

Il garante della privacy ha annunciato di aver aperto un fascicolo analogo a quello di TikTok per Facebook e Instagram, nel tentativo di rendere anche questi due social network dei “luoghi virtuali” più sicuri.

Pubblicità