1. iOS

Spazio iPhone quasi esaurito: cosa fare

Se sei un possessore di iPhone, conoscerai quasi sicuramente la fastidiosa notifica che ti avvisa che lo spazio sul tuo dispositivo è in esaurimento. Quando succede, sai già che non hai molte opzioni a tua disposizione: puoi cambiare telefono (ma è una soluzione drastica e dispendiosa) o trovare qualche altro stratagemma, come disinstallare alcune app che non usi, cancellare foto, video e musica, nonché ricercare un altro spazio dove archiviare i tuoi file multimediali, per esempio un HDD/SSD esterno oppure una piattaforma di cloud storage.

Insomma, lo spazio dell’iPhone quasi esaurito è una bella scocciatura, ma non si tratta di una problematica irrisolvibile. In questa guida, ti spiegherò tutto quello che devi sapere sull’argomento e ti aiuterò ad affrontare la questione senza impazzire. Iniziamo subito.

Indice

Perché succede

iPhone con schermo bloccato spazio quasi esaurito

La fondamentale premessa è che ogni iPhone, così come qualsiasi altro dispositivo tecnologico sul mercato, al di là del brand e della tipologia, ha un preciso spazio di archiviazione.

Nello specifico, i telefoni con la famosa “mela morsicata” sono acquistabili in 3 versioni, in ordine crescente:

  • 64 GB;
  • 128 GB;
  • 256 GB.

Maggiore è lo spazio di archiviazione, ovviamente, maggiore è il costo. Per tale ragione, spesso e volentieri si ripiega sul modello più economico, salvo poi rendersi conto che lo spazio dell’iPhone che si ha disposizione non è sufficiente. Infatti, una parte della memoria di archiviazione viene automaticamente occupata dal sistema che, a ogni aggiornamento, si fa più pesante. Mentre il resto lo riempi tu stesso quotidianamente, scaricando applicazioni, scattando foto, registrando video, salvando documenti e molto altro ancora.

Quando l’iPhone si accorge che la sua memoria è quasi piena, te lo comunica con una notifica, la quale significa solo una cosa: bisogna correre ai ripari.

Controllare lo spazio occupato

Non appena ti rendi conto che lo spazio di archiviazione del tuo iPhone è quasi saturo, la prima cosa che ti suggerisco di fare è verificare in che modo si è riempito il suddetto spazio, per capire se hai la possibilità di alleggerirlo un po’.

Per verificare lo stato della memoria dell’iPhone, devi seguire questi passaggi:

  1. Vai nelle Impostazioni;
  2. Seleziona la voce “Generali”;
  3. Fai tap su “Spazio iPhone”.

Qui, avrai subito a portata di mano tutte le informazioni che ti servono: quanti giga sono in uso e quanti, invece, sono ancora liberi; cosa è che riempie (e in che percentuale) lo spazio; quanto pesano le app che hai installato.

Addirittura, c’è una piccola sezione dedicata ai consigli: puoi abilitare un’opzione che rimuove automaticamente le applicazioni che non usi (funzione che puoi attivare o disattivare anche dal percorso Impostazioni > App Store) e hai la possibilità di rivedere tutti i video che hai scaricato sul dispositivo per valutare se puoi cancellarne qualcuno al fine di recuperare spazio.

Capacità totale di archiviazione iPhone e iCloud

Ogni iPhone ha una precisa capacità di archiviazione, la quale non può essere incrementata: quando scegli quale iPhone comprare, fai attentamente le tue valutazioni, perché in un secondo momento non potrai ampliare lo spazio disponibile. Le opzioni che ti si presentano sono – come detto poc’anzi – tre: 64 GB, 128 GB e 256 GB.

Ben diversa è la questione iCloud, servizio in abbonamento che permette di archiviare i file e di sincronizzarli tra tutti i dispositivi collegati a un account Apple. In questo caso, è possibile modificare in qualsiasi momento lo spazio di archiviazione che si ha disposizione, aumentandolo e diminuendolo in base alle proprie esigenze. Il costo, naturalmente, varierà, ma si parla di cifre poco impegnative: per impostazione predefinita, si hanno 5 GB a disposizione gratuitamente; mentre per avere 50 GB, si dovranno pagare 0,99€ al mese.

Per vedere quanto spazio di iCloud stai utilizzando e quanto ne hai ancora a disposizione, ti basta andare in Impostazioni > nome utente > iCloud. L’unica cosa che ti devi ricordare è che, diversamente dalla capacità di archiviazione dell’iPhone, lo spazio di iCloud è condiviso con eventuali altri dispositivi Apple.

Rimedi

Arrivati a questo punto, resta ancora da capire cosa fare, concretamente, per risolvere la questione dello spazio di iPhone quasi esaurito.

Oltre a sottoscrivere un abbonamento iCloud (ma potrebbe trattarsi anche di Google Drive o simili), puoi:

  • Disinstallare le app che non usi oppure quelle pre-installate;
  • Pulire la cache delle app e quella del browser che usi di solito;
  • Scaricare la tua libreria foto e trasferirla altrove, per esempio su un HDD/SSD esterno (vedi come passare le foto dall’iPhone al PC per approfondire);
  • Eliminare eventuali file musicali e preferire un servizio in streaming come Spotify;
  • Cancellare le vecchie conversazioni su WhatsApp o altri servizi simili di messaggistica istantanea;
  • Ridurre i video e le foto live, che sono piuttosto pesanti.

Se hai installato iOS 15

In seguito all’installazione di iOS 15, molti utenti hanno riportato che l’iPhone notifica che la memoria è quasi piena anche se non è vero.

Qualora la stessa cosa stesse succedendo anche a te, non disperare: la Apple è consapevole di questo bug ed ha introdotto un aggiornamento del software. Prova pertanto ad aggiornare iPhone alla versione iOS 15.0.1 o superiore.

Pubblicità