1. WhatsApp

Download fallito WhatsApp: come risolvere

È uno dei messaggi di errore più temuti dagli utenti: quello che avverte che il download è fallito su WhatsApp. Può apparire in circostanze diverse e, fattore ancora più frustrante, non è chiaro come risolvere il problema, considerate le – scarse – istruzioni fornite dall’app.

Non temere: con questa guida potrai capire quali sono le azioni più comuni che generano l’errore dello scaricamento di un file su WhatsApp e come evitarle. Vediamo dunque come affrontare codesta situazione.

Indice

Cos’è e cosa vuol dire

icona di WhatsApp con quella di download di colore rosso su sfondo nero download fallito WhatsApp

Download fallito su WhatsApp è un’avvertenza che fa capire quando qualcosa è andato storto durante lo scaricamento di un file (multimediale e non) all’interno di una conversazione singola, di un gruppo o di uno stato.

Si tratta di un avviso di errore che informa l’utente circa il mancato ritrovamento di uno o più file e che lo invita a riprovare ad eseguire la medesima azione in un secondo momento.

Perché avviene

A differenza di Telegram (che lavora attraverso un server cloud), WhatsApp funziona ancora – al momento in cui scrivo – servendosi della memoria del dispositivo (detto “client”) in cui è presente la scheda SIM correlata al numero di telefono registrato. Questo rende il servizio di messaggistica più suscettibile agli errori, perché lo stato della memoria del dispositivo (del mittente e del/dei destinatari) e della connessione rappresentano degli aspetti cruciali per il suo corretto funzionamento.

Se quindi la memoria del tuo smartphone è piena o sei in una zona in cui la connessione a Internet è particolarmente latente, il messaggio d’errore “download fallito” che appare su WhatsApp tenderà ad essere piuttosto persistente. Potrebbe però non essere soltanto questa la causa del problema.

Cause e soluzioni

La prima cosa da fare per evitare questo errore è sincerarsi che la memoria disponibile dello smartphone non sia esaurita. Generalmente, WhatsApp avvisa con un messaggio specifico nel caso la memoria non sia sufficiente. Tuttavia, se si trattasse di file di grandi dimensioni, potresti aver bisogno di spazio extra.

Se la memoria disponibile fosse quasi esaurita, peraltro, WhatsApp potrebbe non essere aggiornata in automatico all’ultima versione. E di conseguenza, le probabilità di un messaggio d’errore si moltiplicherebbero.

In caso il tuo smartphone fosse vicino al raggiungere il limite di memoria disponibile, potresti provvedere a eliminare file e applicazioni obsolete. Leggi come liberare spazio su iPhone o come recuperare memoria su Android per approfondire.

In altri casi, il download fallito su WhatsApp è causato semplicemente da una connessione Internet che non funziona o che funziona “a tratti”. Prova a collegarti a una rete Wi-Fi stabile prima di provare a scaricare di nuovo il file.

Nel caso tu ti sia recato all’estero, ad esempio in una nazione che ha il fuso orario differente dall’Italia, controlla che l’orario e la data segnati dal tuo dispositivo siano stati aggiornati in automatico tramite la rete.

Altre volte, a causare questo problema è lo spostamento del file o la cancellazione dello stesso da uno o da entrambi i dispositivi (specie su quello del mittente). Spesso, peraltro, vengono inviati file tramite WhatsApp Web/Desktop (ovvero dal PC o dal Mac), e questo fa sì che l’app di messaggistica non riesca a ritrovare il percorso giusto per un eventuale secondo download (in particolar modo se si tratta di foto, video, documenti, note vocali meno recenti). In codeste situazioni, sarebbe utile investigare sul percorso di download.

Come trovare un file perduto in chat

Hai controllato tutte le impostazioni precedenti, tutto è in ordine, eppure il download risulta fallito su WhatsApp. Non tutto è ancora perduto: c’è ancora una chance per recuperare il file che avevi ricevuto o inviato in precedenza.

Nel caso tu stia utilizzando WhatsApp dal tuo computer con l’applicazione per desktop, controlla il percorso di download predefinito per macOS e Windows (ad es. la cartella “Download”). Se la cartella contiene molti file e non sei sicuro del nome di quello che stai cercando, ordinali per data di scaricamento e controlla gli elementi scaricati nell’orario in cui hai visualizzato per la prima volta il file (se non te lo ricordi, guarda la cronologia chat).

Nel caso invece utilizzi WhatsApp solo da smartphone, hai due opzioni:

  • Controllare la cartella dei file scaricati, in base al tipo (su iOS andrei ad esempio nel Rullino, mentre su Android aprirei il gestore file e seguire il percorso WhatsApp > Media;
  • Chiedere di condividere il file nuovamente con te a chi te lo ha inviato o a chi lo ha ricevuto.

Se il mittente non vuole o non può rimandarti il file

Se hai già provato tutti i metodi che ti ho suggerito senza successo e il mittente non vuole inviarti di nuovo il file o non lo trova più neanche lui, purtroppo è da considerarsi perduto.

Come evitare questa situazione

Oltre a mantenere l’app sempre aggiornata ed a controllare periodicamente di avere spazio di archiviazione sufficiente, il modo migliore per evitare di perdere i file che vengono scambiati in chat consiste nell’impostare il download automatico dei media su WhatsApp (potresti seguire questa guida dedicata inversamente, ovvero leggendo i passaggi, ma scegliendo poi le opzioni di attivazione).

L’alternativa sarebbe quella di avere l’accortezza di scaricare – a momento debito – gli allegati importanti che vengono condivisi in chat, e archiviarli altrove (ad es. su una piattaforma di cloud storage).

Come altra scelta, è consigliabile spostarsi su Telegram, almeno per quanto riguarda le chat più importanti, ovvero quelle conversazioni di cui si vuole essere sicuri di non perdere nulla, anche a distanza di tempo. Questo perché, come spiegato, Telegram si appoggia a una rete di server cloud che evita problematiche simili.

Fino a quando WhatsApp non adotterà una struttura del genere, Telegram rimarrà – a mio avviso – un’opzione più affidabile, almeno per quanto riguardo il problema dei download falliti.

Pubblicità