1. Altre app

Too good to go: analisi e approfondimento

Lo spreco alimentare, ovvero la perdita di cibo ancora commestibile lungo tutto la catena di produzione e di consumo, è un fenomeno purtroppo diffusissimo in tutto il mondo. Sapevi che in Italia si buttano, ogni anno, quasi 2 milioni di tonnellate di cibo? Questo trend è leggermente in discesa (recenti studi hanno stimato che nel 2020, nel nostro Paese, sono stati buttati “solo” 27 kg di cibo a testa), ma i numeri rimangono comunque allarmanti.

Ciascuno di noi, nel proprio piccolo e tra le mura della propria casa, ha la possibilità di migliorare la situazione. Quando cucini fai attenzione alle quantità, preparando solo quello che puoi effettivamente consumare ed eventualmente congelando le rimanenze; controlla sempre le etichette e le scadenze degli alimenti; non gettare gli scarti, ma prova a usarli per realizzare nuove ricette. Fortunatamente, da un po’ di tempo a questa parte, viene in soccorso anche la tecnologia: in questa guida ti parlo di Too good to go, un’applicazione che si prefigge come obiettivo proprio la lotta contro lo spreco alimentare e che ti permette non solo di compiere una buona azione per il pianeta, ma anche di risparmiare.

Indice

Cos’è

tante banane vendute al mercato Too good to go

Too good to go – che letteralmente significa “Troppo buono per essere gettato via” – è un’applicazione gratuita attraverso la quale gli utenti possono acquistare il cibo rimasto invenduto (e ancora buonissimo!) a un prezzo vantaggioso. Così facendo, essi contribuiranno a combattere lo spreco alimentare e risparmieranno.

Ovviamente, Too good to go rappresenta un grande vantaggio anche per tutti i ristoranti, i bar, le pasticcerie, i forni, i supermercati e gli hotel che decidono di aderire, perché così hanno l’opportunità di vendere – sebbene a un prezzo più basso del normale – del cibo che altrimenti sarebbe finito nella spazzatura.

Come funziona

Quello che rende Too good to go un’iniziativa eccellente è anche la facilità di utilizzo. Dopo aver scaricato l’app e creato il proprio profilo, inserendo un indirizzo di interesse, si potranno vedere tutti gli store della zona che fanno parte delle rete di Too good to go e scegliere quello in cui si preferisce acquistare la cosiddetta “magic box”, ovvero la “scatola magica” contenente il cibo invenduto.

La particolarità di questa app è che non si può scegliere il contenuto della magic box (perché dipende da com’è andata la giornata e da quali alimenti sono rimasti), ma è possibile comunque farsi un’idea di cosa si potrebbe trovare. Ogni negozio aderente, infatti, deve segnalare la tipologia di cibo che inserisce generalmente nelle magic box, in modo che non si debba scegliere “alla cieca”.

Dopo aver effettuato l’acquisto, verrà comunicata la fascia oraria di ritiro. Mostrando allo staff l’ordine direttamente sull’app, si riceverà la propria magic box. Semplicissimo, no?

Come aderire a Too good to go come commerciante

Mettiamo caso che tu abbia un’attività che produce e vende cibo, e che fossi interessato ad aderire alle rete di Tool good to go, di cui fanno già parte oltre 14 mila negozi (che hanno già salvato quasi 3 milioni di pasti). In tal caso, tutto quello che devi fare è visitare questa pagina del sito di Too good to go, da cui puoi informarti approfonditamente e unirti al movimento in pochi minuti.

Le cose principali che devi sapere sono:

  • Non devi creare nessun catalogo e nessuna etichetta, ma limitarti a mettere gli invenduti in un sacchetto o in una scatola;
  • Basta stabilire gli sprechi medi all’inizio, apportando delle modifiche solo se e quando necessario;
  • Non devi firmare nessun contratto o sottoscrizione, per cui la flessibilità è massima.

Come scaricare e usare Too good to go

Too good to go app

Too good to go è disponibile su App Store e Google Play, quindi per iPhone, iPad, smartphone e tablet Android. È gratuita e semplicissima da scaricare e usare. Vediamo come si fa.

iOS

  1. Vai su App Store;
  2. Cerca “Too good to go”, scarica l’app e attendi l’installazione;
  3. Crea il tuo profilo, inserendo il tuo nome, il tuo indirizzo email, il tuo numero di telefono (facoltativo) e il Paese in cui vivi;
  4. Imposta la zona di tuo interesse e scegli se e quanto ampliare il raggio (per esempio, puoi settare l’app su Milano e allargarla fino a 30 km);
  5. A questo punto, non ti resta che vedere quali negozi sono presenti e iniziare gli acquisti.

Android

  1. Vai su Google Play Store;
  2. Cerca “Too good to go”, scarica l’app e attendi l’installazione;
  3. Crea il tuo profilo, inserendo il tuo nome, il tuo indirizzo email, il tuo numero di telefono (facoltativo) e il Paese in cui vivi;
  4. Imposta la zona di tuo interesse e scegli se e quanto ampliare il raggio (per esempio, puoi settare l’app su Milano e allargarla fino a 30 km);
  5. A questo punto, non ti resta che vedere quali negozi sono presenti e iniziare gli acquisti.

Pubblicità