1. Instagram

Come vedere nomi e bio precedenti su Instagram

Sono sicuro che, nel tempo, avrai cambiato varie volte nome su Instagram, nonché username e – ancor più spesso – biografia. Su questo social, ovviamente, sono le foto e i video a fare da protagonisti; ma anche il nome, l’username e la biografia sono elementi importanti, che contribuiscono alla creazione della propria identità digitale. Proprio per questo motivo, generalmente scegliamo qualcosa che ci rappresenti al meglio in un dato periodo della nostra vita; altre volte, invece, optiamo semplicemente per qualcosa che “cavalchi” i trend del momento. A tal proposito, hai mai pensato di spulciare tra i nomi, gli username e le didascalie che hai usato in passato su Instagram? Non sono in molti a conoscere questa funzione, perché è “nascosta” piuttosto bene e non si trova facilmente, ma c’è e io ritengo che sia utile parlarne.

Vorrei insegnarti a risalire ai tuoi vecchi nomi, username e didascalie per diversi motivi: innanzitutto, perché può sempre tornarti utile; in secondo luogo, perché è un bel modo per rivivere momenti del passato. Insomma, a chi non piace, ogni tanto, fare un bel tuffo nei ricordi? Vediamo allora di approfondire la faccenda.

Indice

Come funzionano i nomi su Instagram

immagine che mostra la schermata iniziale di Instagram su mobile

Fin dall’inizio di questo articolo, ho usato i termini “nome” e “username”. Tuttavia, non ho ancora specificato cosa siano, ed è proprio da qui che partirei. Prima di andare oltre, infatti, penso sia fondamentale capire di cosa si tratti, distinguendo bene un concetto dall’altro. Queste parole potrebbero lasciarti perplesso se usi Instagram da poco oppure se non sei un assiduo frequentatore di codesta rete sociale.

Non so da quanto tempo tu sia su Instagram, ma probabilmente non ti ricordi bene quali passaggi tu abbia dovuto seguire per iscriverti. Ti rinfresco la memoria: quando qualcuno si iscrive a Instagram, deve necessariamente inserire un indirizzo e-mail valido e mai utilizzato prima su questo social e/o un numero di cellulare. Inoltre, deve scegliere un username, ovvero il nome con cui gli altri utenti lo cercheranno. I nomi utenti sono tutti diversi l’uno dall’altro; certo, ce ne sono di simili, ma devono avere almeno un segno di interpunzione, un numero o una lettera che li distingua tra loro. Il nome utente è un po’ come il codice fiscale: ognuno ha il proprio, unico e irripetibile, attraverso il quale identificarsi. Per questo, il nome utente non viene cambiato spessissimo: non è facile inventarsene ogni volta di nuovi che ci piacciano, ci rappresentino e non siano già in uso da qualcun altro.

Ben diversa è la situazione del nome che viene visualizzato sotto l’immagine del profilo. Innanzitutto, avere un username è obbligatorio, mentre si può scegliere di non inserire alcun nome; inoltre, quest’ultimo non dev’essere per forza diverso da tutti gli altri già esistenti sul social, ma può avere anche un “doppione” o più. Non a caso, il nome viene cambiato più frequentemente dell’username, proprio perché non è necessario trovarne ogni volta uno nuovo e unico.

Come funzionano le biografie di Instagram

E le biografie, invece? Adesso che hai capito che differenza c’è tra username e nome utente, vediamo di risolvere anche quest’altro dubbio. La biografia è quella breve descrizione che si legge sotto la foto profilo e il nome di ciascun utente; si tratta precisamente di pochi caratteri – massimo 150 – attraverso i quali è possibile parlare un po’ di sé o, comunque, di chi o che cosa rappresenta tale account.

Non sei costretto a inserire una biografia, ma io ti consiglio di non tralasciare questo elemento. Basta davvero poco: qualche parola scelta con cura (scritta di tuo pugno o tratta da un film, da un libro o da una canzone), delle emoji, un link esterno e “il gioco è fatto”. Non so se questo valga anche per te, ma – in linea di massima – anche le biografie vengono cambiate con una certa frequenza.

Cos’è la sezione denominata “Dati di accesso”

Adesso che abbiamo finalmente fatto luce su questi concetti, sono pronto a parlarti della sezione che prende il nome di “Dati di accesso”. Attraverso questa sezione, è possibile visualizzare la cronologia di username, nomi e biografie, a partire dalla tua iscrizione a Instagram fino a oggi. In realtà, quelli che ho appena elencato non sono gli unici dati accessibili attraverso questa voce delle impostazioni, ma vedremo questo aspetto nel dettaglio un po’ più avanti.

Per il momento, sappi che puoi controllare i tuoi dati di accesso in qualsiasi momento, sia che tu stia usando un dispositivo fisso oppure uno mobile, senza distinzione tra il sistema operativo iOS e quello Android. Ti basta ovviamente conoscere le credenziali per il tuo account, quindi accedervi e seguire alcuni semplici passaggi che ti illustrerò tra poco.

Inoltre, i dati di accesso possono essere scaricati, in modo da essere consultati in modo approfondito al di fuori dell’app di Instagram. Scaricare i dati di accesso di Instagram non è complesso, ma potrebbe richiedere un po’ di pazienza. Possono infatti trascorrere fino a 48 ore dal momento in cui inoltri la richiesta a quello in cui riceverai per email un link attraverso il quale avviare il download in un formato leggibile dal computer, ovvero JSON.

Si possono vedere i dati di accesso di altre persone?

Arrivato a questo punto, probabilmente sei curioso di sapere se esiste un modo per visualizzare i dati di accesso di altre persone. Mi dispiace deluderti, ma la risposta è no. Puoi consultare soltanto i dati di accesso del tuo account e di tutti quegli account di cui conosci le credenziali, ma non puoi “spulciare” – per esempio – quelli della ragazza che ti piace.

Ti piacerebbe fare ciò, non è vero? Lo so, ma prova a pensare alla stessa situazione a parti invertite. Scommetto che non saresti felice se chiunque potesse curiosare tra i tuoi dati di accesso di Instagram.

Visualizzazione dei dati dell’account di Instagram

Controllare i dati di accesso del tuo profilo Instagram è molto più semplice di quanto immagini. Come ti ho detto all’inizio di questa guida, è una funzione poco conosciuta e ben nascosta, ma i passaggi da seguire sono pochi e alla portata di tutti. Di seguito, trovi le procedure da mettere in pratica a seconda del dispositivo utilizzato.

Visualizzare i dati di accesso da iOS/Android

Sia che tu stia usando un iPhone/iPad con un sistema operativo iOS oppure uno smartphone/tablet con sistema operativo Android, procedi così:

  1. Apri Instagram;
  2. Vai sul tuo profilo facendo tap sull’icona dell’omino stilizzato (in basso a destra);
  3. Tocca la rotella delle impostazioni, situata in alto a destra;
  4. Scegli la voce “Sicurezza”;
  5. A questo punto, seleziona l’opzione “Dati di accesso”.

Scegli i dati che vuoi controllare e fai tap su “Visualizza tutto”, sotto la voce relativa a tali informazioni.

Visualizzare i dati di accesso da PC o Mac

Se stai navigando dal browser del tuo computer (con sistema operativo Windows, Ubuntu/Linux, macOS, ChromeOS, etc.), per visualizzare i dati di accesso devi seguire questi passaggi:

  1. Apri Instagram;
  2. Clicca sulla tua immagine del profilo, in alto a destra;
  3. Tocca la rotella delle impostazioni dal menu a tendina che si apre;
  4. Scegli la voce “Privacy e sicurezza” dalla colonna a sinistra;
  5. Scorri verso il basso fino a “Dati dell’account”, quindi clicca su “Visualizza i dati dell’account”;
  6. Scegli i dati che vuoi controllare e clicca su “Visualizza tutto”, sotto la voce relativa a quei dati.

Altre informazioni ricavabili dai dati di accesso Instagram

Come già accennato, quando si parla di dati di accesso di Instagram non si fa riferimento solo a username, nomi e biografie. Entrando in questa sezione, infatti, si ha la possibilità di approfondire su tutta la storia dell’account, visualizzando la data di iscrizione, le modifiche che sono state effettuate nel tempo – correlate ad esempio alla privacy – oppure le email e/o i numeri di telefono che sono stati associati al profilo.

Interessante è anche la sottocategoria “Connessioni”, che raccoglie tutte le attività svolte in relazione ad altri account: chi segui e chi ti segue, quali richieste sono state inviate senza ricevere risposta, quali account sono stati bloccati e quali invece non possono vedere le storie che pubblichi. Ma non finisce qui, perché è possibile persino analizzare le azioni che compiute sulle storie condivise da altri; ad esempio, è possibile consultare le risposte ai sondaggi oppure ai quiz.

Insomma, se qualcuno conoscesse le tue credenziali, potrebbe visualizzare tutte le tue attività nel dettaglio, ovvero spiare il tuo Instagram, nonché le tue relazioni.

Se non compaiono i dati di accesso di Instagram

Potrebbe succedere che tu non riesca a visualizzare alcuni dati di accesso su Instagram. Nella maggior parte dei casi, non si tratta di un bug. Le opzioni sono due: o stai cercando di vedere la cronologia del nome di una pagina aziendale oppure stai provando a controllare i dati di accesso di un account poco usato, con poca (o nulla) cronologia.

Per esempio, se sei su Instagram da pochi giorni e non hai mai cambiato biografia, la sezione dati di accesso non avrà niente da mostrarti. Questa è dunque una condizione del tutto normale. Col passare del tempo, e ovviamente usando Instagram frequentemente, tale sezione si propagherà delle informazioni suddette.

Pubblicità